🔥 Popular | Latest

Chi di voi vorrebbe fare lo stesso record?! Sinceri peró 😜😍🤗 Cassandra de Pecol alla fine ce l'ha fatta: a 27 anni è riuscita a visitare tutti i 196 Paesi del pianeta in soli 18 mesi, stabilendo il record come prima donna a compiere una simile impresa. Partita nel luglio del 2015 dal suo paese natale in Connecticut, dopo una crisi esistenziale e la decisione di dare un senso alla sua vita, ha viaggiato in solitaria con un sogno: quello di mettere la sua bandierina in ogni stato del mondo,battendo il record maschile detenuto da Yili Liu, riuscito nell'intento di visitare il pianeta in poco più di tre anni. Il suo desiderio alla fine si è avverato: la giovane globetrotter ce l'ha fatta, anche se - ammette - "non è stato così facile come potrebbe sembrare". La sua avventura, soprannominata "Expedition 196", è stata seguita da centinaia di utenti sui social network, che hanno preso ispirazione dalla sua scelta. Dalla Corea del Nord all'Australia, dalla Thailandia alla Siria: la giovane si è trovata non soltanto di fronte a scenari e a culture sempre nuove, ma anche davanti a sfide e a problemi. L'incoraggiamento da parte della rete è stato, quindi, fondamentale. Alcuni utenti, però, si sono mostrati scettici di fronte al suo stile di vita "da vacanza": come riuscire a compiere un viaggio simile in così poco tempo? E a quale prezzo? Per coronare il suo sogno, Cassie ha speso circa 198mila dollari, una somma che è stata coperta quasi interamente dagli sponsor. Molte grandi aziende non hanno esitato a supportarla: d'altronde quella che stava tentando era un'impresa unica nel suo genere. ______________________________ curiosita curiosità viaggiare viaggi record ragazza mondo viaggio girodelmondo geografia scuola vita: Cassie de Pecol, 27 anni ha visitato tutti i 196 Paesi del Pianeta in soli 18 mesi, stabilendo un record assoluto. o- 42 INSANECURIOSITY Chi di voi vorrebbe fare lo stesso record?! Sinceri peró 😜😍🤗 Cassandra de Pecol alla fine ce l'ha fatta: a 27 anni è riuscita a visitare tutti i 196 Paesi del pianeta in soli 18 mesi, stabilendo il record come prima donna a compiere una simile impresa. Partita nel luglio del 2015 dal suo paese natale in Connecticut, dopo una crisi esistenziale e la decisione di dare un senso alla sua vita, ha viaggiato in solitaria con un sogno: quello di mettere la sua bandierina in ogni stato del mondo,battendo il record maschile detenuto da Yili Liu, riuscito nell'intento di visitare il pianeta in poco più di tre anni. Il suo desiderio alla fine si è avverato: la giovane globetrotter ce l'ha fatta, anche se - ammette - "non è stato così facile come potrebbe sembrare". La sua avventura, soprannominata "Expedition 196", è stata seguita da centinaia di utenti sui social network, che hanno preso ispirazione dalla sua scelta. Dalla Corea del Nord all'Australia, dalla Thailandia alla Siria: la giovane si è trovata non soltanto di fronte a scenari e a culture sempre nuove, ma anche davanti a sfide e a problemi. L'incoraggiamento da parte della rete è stato, quindi, fondamentale. Alcuni utenti, però, si sono mostrati scettici di fronte al suo stile di vita "da vacanza": come riuscire a compiere un viaggio simile in così poco tempo? E a quale prezzo? Per coronare il suo sogno, Cassie ha speso circa 198mila dollari, una somma che è stata coperta quasi interamente dagli sponsor. Molte grandi aziende non hanno esitato a supportarla: d'altronde quella che stava tentando era un'impresa unica nel suo genere. ______________________________ curiosita curiosità viaggiare viaggi record ragazza mondo viaggio girodelmondo geografia scuola vita

Chi di voi vorrebbe fare lo stesso record?! Sinceri peró 😜😍🤗 Cassandra de Pecol alla fine ce l'ha fatta: a 27 anni è riuscita a visitare...

Save
UNA VILLA STAMPATA IN 3D La Cina è in prima linea nelle costruzione con la stampa 3D dal 2014, quando la società con sede a Shanghai Winsun ha fatto scalpore in tutto il mondo per la costruzione di dieci case stampate in 3D in meno di 24 ore. Ma sempre a Pechino la HuaShang Tengda Industry and Trade sta emergendo come concorrente. Come parte di un progetto di costruzione davvero notevole, la Huashang Tengda ha appena stampato in 3D una villa da 400 m² in soli 45 giorni. Ma il fatto più impressionante è che la struttura è stata completamente realizzata in loco, quindi non sono sati stampati separatamente i vari componenti e poi spediti per l’assemblaggio. La struttura dispone di due piani, ciascuno dei quali è di tre metri di altezza. Tutti i muri sono spessi 250 mm, e circa 20 tonnellate di calcestruzzo C30 è stato utilizzato per le pareti e per le fondamenta nel corso dei 45 giorni. Ancora più importante, la villa è anche molto forte e durevole. Durante il test sismico, gli esperti hanno stimato che possa resistere a terremoti fino al magnitudo 8 della scala Richter, valore che distruggerebbe la maggior parte degli altri edifici. “Si tratta soltanto di un altro passo in avanti che la stampa 3D può portare nel campo dell’architettura,” dicono i suoi creatori. Per conoscere sempre qualcosa di nuovo : 👉🏻www.thedifferentgroup.com Tagga un tuo amico ! 📚 Stampa3D casa architettura scienza tecnologia divulgazione curiosità different bedifferent: ARCHITETTURA La HuaShang Tengda Industry and Trade di Pechino ha stampato in 3D una villa di 400 m2, completandola in 45 giorni thedifferentgroup.com Fonte: HuaShang Tengda UNA VILLA STAMPATA IN 3D La Cina è in prima linea nelle costruzione con la stampa 3D dal 2014, quando la società con sede a Shanghai Winsun ha fatto scalpore in tutto il mondo per la costruzione di dieci case stampate in 3D in meno di 24 ore. Ma sempre a Pechino la HuaShang Tengda Industry and Trade sta emergendo come concorrente. Come parte di un progetto di costruzione davvero notevole, la Huashang Tengda ha appena stampato in 3D una villa da 400 m² in soli 45 giorni. Ma il fatto più impressionante è che la struttura è stata completamente realizzata in loco, quindi non sono sati stampati separatamente i vari componenti e poi spediti per l’assemblaggio. La struttura dispone di due piani, ciascuno dei quali è di tre metri di altezza. Tutti i muri sono spessi 250 mm, e circa 20 tonnellate di calcestruzzo C30 è stato utilizzato per le pareti e per le fondamenta nel corso dei 45 giorni. Ancora più importante, la villa è anche molto forte e durevole. Durante il test sismico, gli esperti hanno stimato che possa resistere a terremoti fino al magnitudo 8 della scala Richter, valore che distruggerebbe la maggior parte degli altri edifici. “Si tratta soltanto di un altro passo in avanti che la stampa 3D può portare nel campo dell’architettura,” dicono i suoi creatori. Per conoscere sempre qualcosa di nuovo : 👉🏻www.thedifferentgroup.com Tagga un tuo amico ! 📚 Stampa3D casa architettura scienza tecnologia divulgazione curiosità different bedifferent

UNA VILLA STAMPATA IN 3D La Cina è in prima linea nelle costruzione con la stampa 3D dal 2014, quando la società con sede a Shanghai Wins...

Save
CHIUNQUE PUÒ FARE LA DIFFERENZA Jack Andraka, classe 1997 del Maryland, dopo la morte per tumore di suo zio passò ore su Google e Wikipedia digitando parole chiave come "cancro pancreatico", "recettori", "proteine tumorali". "Mio zio è morto di cancro al pancreas e io mi sono chiesto: perché questo tumore è così bastardo? Perché le tecniche per combatterlo hanno più di 60 anni, sono più vecchie di mio padre" ha spiegato Jack davanti alla platea dei Ted talks. "Alla fine, su Internet, ho trovato un database di 8 mila proteine che sono potenziali indicatori di questo cancro. La quattromillesima proteina era interessante: nel sangue dei malati ce n’è tantissima. Così ho ideato un test, basato su sensori e nanotubi di carbonio, per poterla individuare in fase precoce". Abirban Maitra, esperto di cancro pancreatico, lo ha chiamato nel suo laboratorio. Dopo esperimenti durati sette mesi, il test ha finalmente dimostrato di funzionare: immerso nel sangue o nell’urina segnala (come un semplice test di gravidanza) i livelli della proteina mesotelina. "In tutta questa storia c’è una cosa importante che ho imparato e che vi devo dire" ha concluso Jack. "Non conta l’età, il sesso o la razza, alla fine contano le idee. Se qualcuno che nemmeno sa di avere un pancreas, com’ero io all’inizio, comincia a usare Internet e riesce a inventare un test che costa appena tre dollari, immaginate cosa potete fare tutti voi". Per conoscere sempre qualcosa di nuovo : 👉🏻www.thedifferentgroup.com Tagga un tuo amico ! 📚 tumore medicina scienza divulgazione curiosità different bedifferent: different MEDICINA Jack T. Andraka a soli 15 anni cred nel 2012 un nuovo metodo che rileva il tumore al pancreas. ll test 168 volte piu veloce, 26.667 volte meno costoso e 400 volte piu sensibile dei normali metodi di diagnosi. Costa solo 3 dollari. thedifferentgroup.com Fonte: jackandraka.com CHIUNQUE PUÒ FARE LA DIFFERENZA Jack Andraka, classe 1997 del Maryland, dopo la morte per tumore di suo zio passò ore su Google e Wikipedia digitando parole chiave come "cancro pancreatico", "recettori", "proteine tumorali". "Mio zio è morto di cancro al pancreas e io mi sono chiesto: perché questo tumore è così bastardo? Perché le tecniche per combatterlo hanno più di 60 anni, sono più vecchie di mio padre" ha spiegato Jack davanti alla platea dei Ted talks. "Alla fine, su Internet, ho trovato un database di 8 mila proteine che sono potenziali indicatori di questo cancro. La quattromillesima proteina era interessante: nel sangue dei malati ce n’è tantissima. Così ho ideato un test, basato su sensori e nanotubi di carbonio, per poterla individuare in fase precoce". Abirban Maitra, esperto di cancro pancreatico, lo ha chiamato nel suo laboratorio. Dopo esperimenti durati sette mesi, il test ha finalmente dimostrato di funzionare: immerso nel sangue o nell’urina segnala (come un semplice test di gravidanza) i livelli della proteina mesotelina. "In tutta questa storia c’è una cosa importante che ho imparato e che vi devo dire" ha concluso Jack. "Non conta l’età, il sesso o la razza, alla fine contano le idee. Se qualcuno che nemmeno sa di avere un pancreas, com’ero io all’inizio, comincia a usare Internet e riesce a inventare un test che costa appena tre dollari, immaginate cosa potete fare tutti voi". Per conoscere sempre qualcosa di nuovo : 👉🏻www.thedifferentgroup.com Tagga un tuo amico ! 📚 tumore medicina scienza divulgazione curiosità different bedifferent

CHIUNQUE PUÒ FARE LA DIFFERENZA Jack Andraka, classe 1997 del Maryland, dopo la morte per tumore di suo zio passò ore su Google e Wikiped...

Save